Category Archives: News

Pensieri Democratici

Posted on by

La Stabilità in un Bilancio

Anche per il 2021 ripeto l’esperienza dell’anno scorso e dunque voglio tenervi informati su una importante questione: la legge di Stabilità o semplicemente di Bilancio. Mi sembra corretto che i risvolti di un documento così fondamentale per la vita di tutti noi, siano noti a tutti coloro che mi seguono da anni. Soprattutto ora che ne abbiamo più bisogno, racconterò, seppure a grandi linee, gli interventi più importanti contenuti nel documento contabile che ci seguirà per tutto il 2021.

Cosa ha animato l’implementazione del bilancio di quest’anno? Quali principi? Sicuramente, un forte sostegno alle categorie più in difficoltà e alle imprese che lottano con la crisi, la creazione di un nuovo welfare familiare con l’attivazione dell’assegno unico per i figli, un occhio attento alla transizione ecologica con la proroga al 2022 e il perfezionamento delle procedure per l’ecobonus, il sostegno a settori vitali per l’economia quali il turismo e il comparto aeroportuale, e fondamentalmente l’obiettivo di aiutare le imprese, appunto, in particolare quelle medie e piccole. Questo molto in sintesi perché la legge di Bilancio contiene veramente molte sfaccettature per ogni settore, per ogni ambito del nostro vivere quotidiano. Cominciamo ora vedendo le principali in questa prima newsletter.

Lavoro in tempo di Covid

Viene rifinanziato il Fondo sociale per occupazione e formazione, mentre, grazie a un emendamento del Pd, viene istituito un Fondo per il sostegno della parità salariale di genere. Nel contempo, è stabilita la proroga per le imprese per accedere a un trattamento straordinario di integrazione salariale per crisi aziendale finalizzato alla gestione degli esuberi di personale, per un periodo massimo di 12 mesi per il 2021 e il 2022. Prosegue anche la cassa integrazione in deroga per le crisi aziendali già incardinate. Disposta anche la concessione della cig salariale operai agricoli, richiesta per eventi sempre riconducibili all’emergenza epidemiologica.

Viene prorogato al 31 marzo 2021 il termine dei contratti a tempo determinato e rifinanziato anche per il 2021, il sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti delle imprese del settore dei call center.

Buone notizie anche per i lavoratori socialmente utili: le amministrazioni pubbliche sono autorizzate ad assumerli a tempo indeterminato, in base alla dotazione organica e al piano di fabbisogno del personale.

Viene prorogato al 31 marzo 2021 il divieto di procedere a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo e a quelli collettivi.

Lo sgravio contributivo triennale attualmente previsto per le assunzioni a tempo indeterminato di soggetti fino a 35 anni di età effettuate nel 2020, viene esteso anche a quelle effettuate nel biennio 2021-2022.

Stabilita l’estensione al periodo dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2021 delle previsioni normative che riconoscono l’equiparazione del periodo di assenza dal servizio al ricovero ospedaliero per i lavoratori dipendenti pubblici e privati in particolari condizioni di rischio debitamente certificato, i cosiddetti lavoratori fragili.

Mano tesa alle donne

Viene istituito un Fondo per la copertura finanziaria di interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico delle attività di cura a carattere non professionale del cosiddetto caregiver (prestatore di cure) familiare.

Si incrementa il Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale.

Si interviene in materia di pensionamento anticipato delle donne, la cosiddetta opzione donna, estendendo la possibilità di fruizione alle lavoratrici che abbiano maturato determinati requisiti (un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e un’età anagrafica pari o superiore a 58 anni per le lavoratrici dipendenti e a 59 anni per le lavoratrici autonome) entro il 31 dicembre 2020.

Si incrementa il Fondo pari opportunità della Presidenza del Consiglio al fine di favorire, attraverso l’indipendenza economica, percorsi di autonomia e di emancipazione delle donne vittime di violenza in condizione di povertà.

Per il biennio 2021-2022 e in via sperimentale, si estende alle assunzioni di tutte le lavoratrici donne lo sgravio contributivo, elevando dal 50 al 100 per cento la riduzione dei contributi a carico del datore di lavoro.

Si incrementa il Fondo per le politiche della famiglia per il sostegno delle misure adottate dalle imprese per favorire il rientro al lavoro delle madri lavoratrici dopo il parto.

Viene istituito un Fondo contro le discriminazioni e la violenza di genere, al fine di garantire le attività di promozione della libertà femminile e di genere e le attività di prevenzione e contrasto alle forme di violenza e di discriminazione fondate sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale sull’identità di genere e sulla disabilità.

Per promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile, presso il Ministero dello Sviluppo economico viene istituito il “Fondo a sostegno dell’impresa femminile”.

Per il biennio 2021-2022 e in via sperimentale, si estende alle assunzioni di tutte le lavoratrici donne lo sgravio contributivo attualmente previsto a regime solo per le assunzioni di donne in determinate condizioni, elevando dal 50 al 100 per cento la riduzione dei contributi a carico del datore di lavoro.

Viene prorogata a tutto il 2021 la sperimentazione della cosiddetta Ape sociale, consistente in una indennità, corrisposta fino al conseguimento dei requisiti pensionistici, a favore di soggetti che si trovino in particolari condizioni.

Si estende sino al 2023 la possibilità per i lavoratori interessati da eccedenze di personale di accedere al pensionamento anticipato qualora raggiungano i requisiti minimi per il pensionamento nei sette anni successivi alla cessazione del rapporto di lavoro.

Si salvaguardano ulteriori contingenti di “esodati” per i lavoratori che maturano requisiti per il pensionamento al 31 dicembre 2021.

La famiglia come cardine

E’stato incrementato il “Fondo assegno universale e servizi alla famiglia” al fine di dare attuazione a interventi in materia di sostegno e valorizzazione della famiglia finalizzati al riordino e alla sistematizzazione delle politiche di sostegno alle famiglie con figli. È stabilito il rinnovo per il 2021 dell’assegno di natalità, il cosiddetto Bonus bebè e viene prorogato per il 2021 il congedo obbligatorio di paternità, portandone la durata a dieci giorni.

È autorizzata la spesa per il 2021, 2022 e 2023 per il riconoscimento di un contributo mensile, fino ad un massimo di 500 euro netti, alle madri disoccupate o monoreddito che fanno parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento.

Previsto, dal 2021, un incremento del Fondo per il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita ai 6 anni.

Si incrementano le risorse del Fondo destinato all’incremento dell’organico dell’autonomia, finalizzandole ad un aumento di complessivi 25 mila posti di

insegnanti di sostegno.

Viene incrementato il Fondo per la distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti, così da consentire il consolidamento delle misure di tutela adottate a favore delle persone più bisognose e al tempo stesso scongiurare il rischio di spreco alimentare.

Viene disposta, per il 2021, la proroga delle detrazioni spettanti per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, nonché per il recupero o il restauro della facciata esterna degli edifici.

Viene modificata la disciplina in materia di incentivi per l’efficienza energetica, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici, tra le altre cose prorogando l’applicazione della detrazione al 110 per cento (il cosiddetto “superbonus”) per gli interventi di efficienza energetica e antisismici effettuati sugli edifici dal 1° luglio 2020 fino al 30 giugno 2022. Si stabilisce, inoltre, che la detrazione si applichi anche agli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche e nel caso siano effettuati in favore di persone aventi più di 65 anni.

Viene prorogata per il 2021 l’agevolazione fiscale per la sistemazione a verde di aree scoperte di immobili privati a uso abitativo, il cosiddetto Bonus Verde, che consiste nella detrazione dall’imposta lorda del 36 per cento della spesa sostenuta, nel limite di 5mila euro annui.

Grazie ad un emendamento del Pd, viene assegnato un contributo pari al 40 per cento del prezzo alle persone fisiche, con Isee inferiore a 30mila euro, che acquistino, entro il 31 dicembre 2021, anche in locazione finanziaria, autoveicoli nuovi di fabbrica alimentati esclusivamente ad energia elettrica con un prezzo di listino inferiore a 30 mila euro, al netto dell’Iva.

Mattarella: Messaggio di fine anno

Posted on by 0 comment

Un commento alle belle ed interessanti parole espresse dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della fine dell’anno.

Un discorso che ha saputo valutare le difficoltà e gli errori di questo anno ma ha colto anche le tante cose positive fatte dai singoli cittadini, dalle associazioni e terzo settore e dalle Istituzioni.

Mi sembra importante sottolineare il ruolo dell’Europa, che ha affrontato in modo completamente diverso questa crisi rispetto alla grave crisi economica della fine dello scorso decennio. Una Europa che ha preso per mano i singoli cittadini.” L’Unione Europea è stata capace di compiere un balzo in avanti. Ha prevalso l’Europa dei valori comuni e dei cittadini. Non era scontato.”

Il ruolo giocato dal mondo scientifico che ha superato ogni barriera per combattere insieme questa pandemia.

Lo spirito di abnegazione di tantissimi operatori sanitari, delle Forze armate e dell’ordine, di tantissimi volontari.

Ora è il momento per preparare il futuro e per questo “è tempo di costruttori.”

Se vuoi leggere tutto il Discorso del Presidente della Repubblica clicca su https://www.quirinale.it/elementi/51475

Category: News, News

La libertà di culto ancora messa in disparte

Posted on by

E’ da poco terminata la conferenza stampa del Presidente Conte sulla Fase 2 e con sconcerto viene ancora una volta messa in un angolo la possibilità di riprendere la partecipazione alle funzioni religiose tranne per alcune modifiche ai funerali. Sono stati indicati i protocolli per garantire la salute per molte altre attività , niente viene fatto per celebrare le messe. Condivido la preoccupazione espressa dalla CEI nel vedere richiesto un impegno per gli ultimi in questa fase emergenziale alla Comunità cristiana, mentre non si consente una vita sacramentale.

Questa esperienza sanitaria deve aiutarci a rimettere la Persona al centro dell’agire politico, un nuovo umanesimo, la persona con il suo senso religioso e desiderio spirituale, la continua crescita della fede in cui crede. Oggi vediamo ancora una volta l’economia avere il predominio.

Credo che nei prossimi giorni si debbano cercare le procedure per poter consentire le funzioni religiose senza aspettare ulteriore tempo

Comunicato CEI 1

Category: News, News | Tags: ,

Sicomoro

Posted on by
Il nuovo numero del Sicomoro vuole ricordare due figure importanti del secolo scorso: Vittorio Bachelet nell’anniversario della sua uccisione e il Card Carlo Maria Martini nell’anniversario della sua entrata a Milano.
Ci aiutano Rosy Bindi e Fabio Pizzul.
Si parla anche di Civil Week (inizia il prossimo 5 marzo) ambiente, famiglia e solitudine.
Ti ricordo Dialoghi per Milano venerdì 21 febbraio 2020 alle ore 21.00 presso Zona K in via Spalato 11 a Milano, Il tema è “Perché studiare oggi? Formarsi per la vita” con Ivo Lizzola, Simona Malpezzi, Massimo Conte e Giuseppe Bonelli.
Se vuoi leggere il Sicomoro clicca su Sicomoron.2_del_12_febbraio_2020.pdf

Sicomoro

Posted on by
Carissime e carissimi
nel nuovo numero del Sicomoro il dibattito sulla politica e il ruolo dei cattolici ci ha spinti a proporre alcuni autorevoli interventi su questo tema, come sempre sono occasione di riflessione e spunti per trovare strade percorribili.
Se vuoi leggere il Sicomoro clicca su Sicomoro_n.12_del_10_Dicembre_2019.pdf
Category: News, News | Tags:

Sicomoro

Posted on by
Il nuovo numero del Sicomoro si sofferma sull’attualità politica, l’impegno del mondo dell’associazionismo, la quotidianità della politica locale.
Ricordo anche due importanti appuntamenti: Cattedra Lazzati lunedì 11/11 e Dialoghi per Milano venerdì 15/11 alle ore 21.00 presso Zona K via Spalato 11 sul tema del lavoro.
Se vuoi leggere clicca su Sicomoro_n.11-_9_Novembre_2019.pdf
Category: News, News | Tags:

Sicomoro

Posted on by
Nel nuovo numero del Sicomoro un mio articolo su questi mesi frenetici della politica, poi approfondimenti su ambiente, terzo settore, il nuovo stadio di San Siro, giovani e politica , università e ricercatori.
L’appuntamento di venerdì 18 ottobre a Milano su La Sfida ambientale e il cambiamento climatico.
Se vuoi leggere clicca su Sicomoro_n.10_-_8_Ottobre_2019.pdf

Sicomoro

Posted on by
Le vacanze estive ci hanno consegnato un netto cambio del governo del paese.
Sul Sicomoro trovate alcuni approfondimenti che vogliono generare riflessioni su diversi temi: l’Europa che riparte dopo le elezioni, l’università, il nodo Brexit visto dall’Irlanda e tanto altro.
Trovate anche Dialoghi per Milano con le date delle iniziative. Il primo incontro si terrà  venerdì 27 settembre allo Spazio K in via Spalato 11 a Milano alle ore 21.00
Se vuoi leggere il Sicomoro clicca qui.
Category: News, News

Pensieri Democratici

Posted on by

Europa e Parlamento Europeo

Il mondo si trova ad affrontare numerose sfide, dall’immigrazione ai cambiamenti climatici dalla disoccupazione giovanile alla protezione dei dati. Spesso si parla di Europa in modo negativo quando invece il Parlamento europeo prende grandi decisioni su temi quali l’economia, il consumo di energia e la sicurezza ambientale, la salubrità degli alimenti che mangiamo, affronta le sfide della nuova globalizzazione.

Una Europa unita consente di avere un interlocutore autorevole nei confronti delle altre grandi potenze ed un esempio immediato è stato lo scandalo di Cambridge Analytica e l’uso dei nostri Dati da parte di Facebook che dimostrano l’importanza di avere una Europa che possa contrastare la violazione della nostra privacy con i social e il rispetto della democrazia. Tanti piccoli Stati non avrebbero potuto contrastare la potenza dei Giganti dei Social e del Web.

Le scelte del Parlamento Europeo ci hanno permesso di essere cittadini europei senza confini, con una moneta unica in 18 paesi, la patente nazionale valida in tutti gli stati e l’uso del telefono cellulare senza costi aggiuntivi.

I nostri giovani sono studenti europei in quanto possono studiare in ogni paese dell’Unione e possono usufruire del Programma Erasmus, questo consente uno scambio di conoscenze più veloce e maggiori opportunità. Ognuno di noi può andare a lavorare all’interno dell’UE senza problemi e anche gli acquisti che facciamo non hanno più dazi o barriere non tariffarie.

Ormai diamo tutto per scontato ma sono conquiste fatte in questi anni!

 

Come si vota!

Domenica 26 maggio si vota dalle ore 7 alle ore 23 per eleggere i componenti italiani del Parlamento europeo.

Per votare bisogna tracciare sulla scheda una “X” sul simbolo della lista prescelta. Si possono esprimere fino a 3 preferenze, con l’attenzione che, se si decide di votare più di un nome, almeno uno sia di sesso differente (diversamente le preferenze vengono annullate). Quindi se si esprimono:

3 preferenze vanno indicate 2 donne e un uomo (o viceversa)

2 preferenze vanno indicati 1 donna e 1 uomo

1 preferenza va indicato 1 uomo o una donna

Mi permetto di suggerirti di sostenere la lista del Partito Democratico e nel collegio nord-ovest (Lombardia-Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta) Irene Tinagli, capolista ed economista, Carmine Pacente, giovane esperto in temi europei, Ivana Borsotto, impegnata nel mondo del sociale, Patrizia Toia, capo delegazione uscente.

 

Paolo Cova

Category: News

Pensieri Democratici

Posted on by

Export agro-alimentare

Negli anni scorsi mi è capitato più volte di scrivere circa i record raggiunti nell’esportazione di prodotti agro-alimentari italiani. I dati, in questo senso parlano chiaro, infatti siamo passati da 31 miliardi di euro nel 2012 a 41,3 miliardi nel 2017, aumenti che hanno contribuito a tenere alti anche i prezzi alla produzione primaria.

Tuttavia, questa tendenza, sembra essere mutata. Il calo di esportazioni del Pecorino romano, lo scorso anno, è stato di circa il 33%: e non meno evidenti sono state le conseguenze: il calo del prezzo latte al produttore, la messa in crisi del settore produttivo primario.

Non estranea a tutto ciò è la guerra commerciale messa in atto in questi primi mesi dal governo. L’idea di promuovere dazi e blocchi in entrata di prodotti esteri, ha prodotto un forte rallentamento delle esportazioni. Nell’ultimo anno, infatti, siamo arrivati a circa 41,8 miliardi con un aumento di soli 1,2% frutto della spinta iniziale del primo quadrimestre 2018(circa+4%).

La promozione del Made in Italy e dei prodotti DOP italiani richiede un piano strategico. che parta da accordi commerciali che abbattono le “barriere non tariffarie”. Fondamentale, poi, è il protagonismo di un governo che abbia fortemente a cuore lo sviluppo di questi prodotti e di tutto il settore primario ad esso collegati.

Io voto Europa

Anche a causa delle imminenti elezioni, l’ Europa è al centro dei dibattiti politici e non di questi giorni. Ritenuta responsabile di ogni questione critica, ha saputo, anche, dare tanto alla nostra Nazione e a tutti i cittadini europei.

Superfluo ricordare i settantaquattro anni di Pace, da non dare mai per scontati, e che sono il frutto di un percorso condiviso che ha anteposto una progettazione e una idea di futuro comune ai contrasti e alle esigenze dei singoli stati.

La forza dell’Unione Europea è stata anche la capacità di condizionare le aziende nel perseguire il bene dei suoi cittadini: con prodotti con stardard di sicurezza elevati, giocattoli, apparecchi elettrici, prodotti farmaceutici e cosmetici, veicoli, contrasto ai fitosanitari, alimenti con elevati livelli sanitari.

Da soli come Nazione non saremmo riusciti a contrastare le pubblicità ingannevoli, i costi occulti e trucchi commerciali, vendite aggressive, le norme sul commercio on line e le norme a garanzia dei consumatori. L’Unione Europea ha dato la possibilità a tutti cittadini di utilizzare la loro offerta telefonica su tutto il territorio europeo, una norma che contribuisce a farci sentire a casa nostra in ogni paese europeo.

Queste sono solo alcuni dei cambiamenti introdotti con L’UE e che ormai diamo per assodato ma che hanno migliorato la qualità della nostra vita.

Per questo credo sia importante andare a votare e a votare per una Europa più solidale, più accogliente, più unita.

Le Due Guerre degli Alpini

In occasione del raduno degli Nazionale deli Alpini a Milano, sabato 11 maggio verrà inaugurato, nel quartiere Ortica, un nuovo murales che ricorda proprio le due guerre degli Alpini. L’Associazione ORME continua nell’allestimento di questo grande museo all’aperto dei murales che valorizzano il quartiere attraverso la narrazione visiva della storia del nostro Paese. Riporto qui sotto il programma della giornata per coloro che volessero partecipare.

Ore 9.30 Santa messa

Ore 10.45 in via Cima angolo Trentacoste concerto banda polizia locale di Milano

Ore 11.25 la Vice Sindaco e la presidente di Municipio scoprono la targa inaugurale dopo che viene suonato “il silenzio” e l’Inno nazionale

ore 12.00 alle ore 13.00 via Casasco esibizione dei cori

Ore13.00 pranzo al campo (sempre in via Casasco), solo per prenotati

N B in via Casasco ci sarà accampamento Alpini del Gruppo Rosegaferro di Verona e del gruppo Santa Maria del Piano di Parma che ci accompagneranno per inaugurazione

Se vuoi vedere volantino clicca su Alpini 1

Associazionismo e volontariato

In questi ultimi anni, i due partiti al governo hanno duramente attaccato il mondo del volontariato minando l’impegno di migliaia di persone nel nostro Paese.

Una risorsa sempre disponibile anche quando lo stato si dimostra incapace di intervenire o non ha competenze e tempo da mettere in campo e che va valorizzato

Pertanto vado controcorrente e vi presento brevemente l’esperienza della Cooperativa Sociale Lo Specchio che opera da anni a favore di ragazzi e adulti con un ritardo mentale, accogliendoli in un contesto lavorativo protetto.

Vi invito a visitare il sito della cooperativa  www.cooperativalospecchio.it/

e il Progetto di Cascina Monluè www.cooperativalospecchio.it/?page_id=2108

Paolo Cova

Category: News, News