Category Archives: News

Un Paese al bivio: la mia riflessione

Posted on by

La situazione politica attuale è obiettivamente difficile, per questo condivido quanto espresso dal Presidente della Repubblica Mattarella che ha anteposto il bene degli italiani richiedendo il rispetto del voto del 4 marzo. I risultati delle ultime votazioni hanno evidenziato in modo netto e chiaro chi doveva farsi carico del governo del Paese, ovvero il Centrodestra e M5S. Insieme hanno più del 50% dei consensi e dei parlamentari e programmi molto simili.

Certamente un sistema tripolare e frastagliato impone di far prevalere l’interesse di tutto il Paese rispetto a quello particolare del singolo partito. È chiaro che questo comporta difficoltà nel governare, e mediare è un impegno. Non ci si candida a vincere le elezioni ma a governare il Paese e dopo la campagna elettorale si deve dare concretezza a quanto promesso. Gli avvenimenti delle ultime settimane stanno mostrando con chiarezza che chi ha ottenuto i numeri per governare in realtà non lo vuole fare.

Spero che tutte le forze politiche ascoltino le indicazioni del Presidente Mattarella e facciano prevalere il buon senso per il bene del nostro Paese.

Category: News, News

La mia anagrafe degli eletti

Posted on by

Carissime e carissimi,

mi scuso con voi ma problemi famigliari mi hanno impedito di mandare prima questo resoconto. Resta il mio desidero di mantenere il rapporto di trasparenza nei vostri confronti e come ho fatto da quando ho un impegno istituzionale, vi mando la rendicontazione del mio lavoro nel 2017 e la mia retribuzione come Deputato.

Mi permetto di anticipare quanto già detto personalmente a chi me lo ha chiesto, non ricevo nessun vitalizio in quanto aboliti dal gennaio 2012 e pertanto da marzo sto riprendendo a svolgere la mia attività lavorativa di veterinario buiatra (delle vacche da latte).

I limiti di questa comunicazione sono sempre tanti ma resto sempre a vostra disposizione per chiarimenti o per fare integrazioni o raccogliere suggerimenti.

 

ATTIVITA’ ALLA CAMERA DEI DEPUTATI NEL 2017

 

  • Ho presentato 1 Proposta di Legge riguardante la tutela dei cavalli durante le competizioni sportive
  • Ho sottoscritto 9 Proposte di Legge presentate da colleghi deputati, ho sottoscritto 2 Proposte di legge Costituzionale.
  • Ho sottoscritto la richiesta di una Commissione d’Inchiesta
  • Ho presentato, come primo firmatario, 1 Mozione per l’assemblea sul tema della tracciabilità del farmaco veterinario
  • Sono stato primo firmatario di una Interpellanza Urgente sui controlli dei farmaci veterinari.
  • Sono stato primo firmatario di 3 interrogazioni a risposta scritta e 5 interrogazioni a risposta in Commissione.
  • Sono stato primo firmatario di una interrogazione a risposta immediata in Commissione.
  • Ho presentato 7 Ordini del Giorno, come primo firmatario.

 

Vi segnalo anche le mie presenze alle votazioni nel 2017:

  •  ho partecipato a 4.896 votazioni (99,61%) su 4.915, se vuoi vedere lo specifico di ogni seduta puoi cliccare qui

 

  • Sono stato sempre presente. In una giornata ho fatto meno votazioni in quanto mi sono recato a discutere con il Governo un emendamento che riguardava la vicenda dei massofisioterapisti.

 

  • Mentre da inizio legislatura dal 15 marzo 2013 a dicembre 2017 ho partecipato a 24.416 votazioni (98,17%) su 24.872, se vuoi leggere lo specifico clicca qui . Preciso che alcune votazioni sono senza registrazione  dei nomi  per cui non compaiono.

 

  • Mi risulta difficile indicare le mie presenze totali in Aula perché sono senza registrazione. Potete leggere solo quelle dove sono avvenute votazioni con registrazioni di voto dall’allegato precedente.

 

  • Le mie presenze alla Commissione Agricoltura o Uranio Impoverito o alle Commissioni dove ho sostituito altri colleghi non possono essere rendicontate, non avendo tutte obbligo di registrazione. Infatti le audizioni, i comitati ristretti e più convocazioni giornaliere di commissione vengono registrate solo nella prima occasione mentre per le successive non vi è l’obbligo.

 

RETRIBUZIONI nell’anno 2017

 

  • L’indennità parlamentare è stata di 98.471,04€ lorda da cui vanno tolte 38.145,35€ di trattenute direttamente dalla Camera per un importo netto di 60.325,69 che subiranno una ulteriore trattenuta con la presentazione del mio Mod. Unico 2017. Segnalo che questo importo non è mai cambiato da 5 anni, a differenza di quanto viene detto e scritto dalle bufale che circolano.

 

  • Ho percepito 44.280,00€ come contributo per la mia attività politica, da questa somma ho versato 18.000,00€ al PD nazionale+17.900,00€ al PD metropolitano+5.622,00€ ai Circoli PD+ 4.000,00€ ad associazioni di volontariato per un totale di 45.522,00€.
  • La diaria è stata di 40.481,16€ che ho usato sia per vitto e alloggio a Roma, sono alloggiato in albergo, e per le trasferte che compio in giro per l’Italia. Parte della diaria la verso anche al PD e per la mia attività politica in quanto il contributo che ricevo viene dato completamente al PD.
  • Ho ricevuto 14.494,80€ per spese di viaggio e spese telefoniche.
  • Ribadisco che io e nessun parlamentare ha tessere gratuite o accessi gratuiti a cinema, teatro, stadio, museo o altro.
  • Non ho auto blu! Ho una automobile acquistata nel 2016 dalla mia famiglia dopo il furto di quella precedente. Mi sembra quasi inutile questa affermazione ma è bene precisare anche le cose ovvie viste le bufale che girano quotidianamente.

 

Ricordo anche quest’anno che ho versato spontaneamente 45.522,00€. Quando sento dire e scrivere che ci sono bravi deputati che si sono dimezzati la propria indennità, vorrei far notare che hanno rinunciato a 30.000€. Credo che ci sia una notevole differenza con i 15.522,00€ che ho versato in più! Ognuno tragga le proprie conclusioni.

 

 

INFORMAZIONI PATRIMONIALI

  • Il mio reddito principale non è più dato dalla mia professione di medico veterinario libero professionista dei bovini da latte e da carne. Dalla nomina a Deputato mantengo solo una piccola parte di lavoro della mia professione per garantire una continuità di lavoro in caso di una mia mancata rielezione. Sono un libero professionista e non sono in aspettativa.

 

  • Non sono membro di nessun Consiglio di Amministrazione, la stessa cosa vale per mia moglie, le mie figlie, mia mamma o le mie sorelle.
  • Non possiedo pacchetti azionari, ugualmente mia moglie e le mie figlie.
  • Vivo con la mia famiglia in un appartamento acquistato negli anni’90 da privati ed è in proprietà al 50% con mia moglie.

 

  • Allego documento con altre proprietà ereditate con la morte di mio padre e le relative quote di possesso. I terreni hanno destinazione agricola.

 

Resto a vostra disposizione per ogni eventuale chiarimento. Vi ringrazio per le continue sollecitazioni, richieste e suggerimenti. Sono un arricchimento per me.

Un grazie ancora per la bella esperienza che voi avete reso possibile con il vostro voto e sostegno.

 

Ciao

 

Paolo Cova

Category: News | Tags:

Auguri e news

Posted on by

Approfitto di questa news per rivolgere ad ognuno di voi i miei più sentiti e sinceri auguri per una Pasqua serena e ricca di buone cose. Che siano giorni ricchi del calore delle relazioni familiari, utili per coltivare amicizie, per recuperare i ritmi sereni della vita.

Vi scrivo anche per proporvi alcune mie riflessioni.

1. Assemblee del PD

In questi giorni ho avuto modo di partecipare a diverse assemblee organizzate dai circoli del PD. Mi permetto di fare alcune considerazioni con voi.

Non concordo con chi dice che il PD si è allontanato dalla gente e voglio ribadire la forza del proprio radicamento sul territorio con i propri circoli. Siamo ancora l’unico partito che può offrire una capillarità di queste dimensioni.

Vero, invece, è che siamo lontani dall’immagine di Paese percepito, così come ci viene propinato ogni giorno , perchè diverso   da quello reale che conosciamo. Inoltre questi anni di neoliberismo hanno spinto le persone ad una forma spinta di individualismo e alla ricerca immediata della soluzione ai propri problemi senza ricorrere ad intermediari ma rivolgendosi direttamente alla politica.

Come si esce da questa situazione? Individuo almeno tre passi da compiere subito:

–        Ripartire proprio dai circoli e dagli iscritti impegnando ognuno a tenere costantemente i contatti con associazioni, comitati, sindacati e ogni realtà locale che ci possa aiutare ad interpretare meglio il sentire comune.

–        Proporre momenti di confronto e approfondimento a tutti: per capire le ragioni di una proposta, per far conoscere quanto si sta facendo, per ascoltare idee suggerimenti proposte. Conoscere per far conoscere.

–        Va, infine, costruita una comunità: del Pd , degli iscritti e degli elettori e simpatizzanti. Una comunità che sappia camminare insieme, che faccia della valore di essere “gruppo” una dimostrazione che dall’individualismo si può uscire e si possono superare quei luoghi comuni che hanno spinto verso il populismo parte dei nostri cittadini.

2.Fatti incresciosi

Due fatti spiacevoli sono accaduti questa settimana e mi sembra opportuno segnalarli perché ognuno di noi comprenda come stia diventando importante vigilare su quei Valori di democrazia che sempre più spesso diamo per scontati.

E ’stato oltraggiato il murales di ORME, Ortica Memoria, a Milano dove era rappresentato il Generale C.A Dalla Chiesa. Un atto che richiama alla mente gli anni bui del terrorismo e il sacrificio delle persone che si adoperarono, allora, per contrastare chi voleva demolire la democrazia di questo Paese.

Il secondo fatto è avvenuto al Circolo del PD Barona a Milano: ignoti hanno appiccato il fuoco sulla porta del Circolo. In questo quartiere popolare gli iscritti del pd si spendono in un quartiere per garantire i diritti delle persone e tutelare la dignità delle persone. Questa attività a qualcuno non piace.

 

3. Harambee

Sabato 7 aprile 2018 alle ore 10.00 a Roma presso Acquario Romano in piazza Manfredo Fanti 47 si svolge l’iniziativa “Il confronto è aperto” promossa da Matteo Richetti.

Mi sembra opportuno che in questa fase di elaborazione ognuno di noi possa dare il proprio contributo per elaborare progetti e programmi per il futuro.

Harambee può essere tradotta con… tiriamo tutti insieme.

Se vuoi leggere la locandina clicca su Harambee

Category: News, News

News dal Collegio 4

Posted on by 0 comment

unnamed

unnamed2

Category: News | Tags: ,

“Caso Schwazer: dico da anni che serve l’agenzia antidoping terza rispetto a Coni e federazioni”

Posted on by

On. Cova: “Caso Schwazer: dico da anni che serve l’agenzia antidoping terza rispetto a Coni e federazioni”

 

“La sentenza in primo grado del tribunale di Bolzano mette ancora una volta in luce come sia assolutamente necessaria una agenzia antidoping terza rispetto al Coni e alle federazioni, come prevede esplicitamente il codice antidoping della Wada”, lo dice l’on. Paolo Cova, parlamentare del Pd, noto per la sua battaglia contro il doping nello sport a tutti i livelli, condotta dentro l’Aula della Camera negli ultimi 5 anni di legislatura. E Cova interviene a proposito della condanna inflitta dal tribunale di Bolzano ai medici della Federazione italiana di atletica leggera accusati di favoreggiamento nell’ambito del caso Schwazer.

 

“Certo si tratta, appunto, di un primo grado e la storia giudiziaria di queste persone deve essere ancora scritta completamente, ma di sicuro ci dice già che separare chi deve controllare da chi è controllato è fondamentale, come vado ripetendo ormai da molto tempo – conclude Cova –. Ancora una volta, mentre lo sport assolve, la magistratura condanna. Ma lo sport che giudica se stesso non può funzionare, anche e soprattutto se si considerano i grandi interessi economici in ballo”.

 

Roma, 25 gennaio 2018

On. Cova: “A quando l’apertura dell’ufficio Polfer alla stazione di Rogoredo?”

Posted on by

CAMERA DEI DEPUTATI

 

On. Paolo Cova parlamentare del Partito Democratico

 

COMUNICATO STAMPA

 

On. Cova: “A quando l’apertura dell’ufficio Polfer alla stazione di Rogoredo?”

 

“Fin dall’inizio del mio mandato come parlamentare, mi sono interessato al destino del Posto di Polizia ferroviaria di Rogoredo, di cui è assolutamente necessaria la riapertura. Ora è tempo di giungere a una soluzione”, lo dice l’on. Paolo Cova, parlamentare del Pd, che tira le somme di questi 5 anni di attività.

 

“Mi auguro che gli interventi, le indicazioni e le sollecitazioni fatte al Ministero degli Interni portino frutto – continua Cova –. Auspico, inoltre, che Questura di Milano e Polfer si attivino presso il Ministero, prima della scadenza definitiva della legislatura, per ottenere quanto promesso e possa andare a buon fine la mia richiesta, che altro non è se non l’interpretazione della volontà degli abitanti di quella zona. Sono certo che l’ottimo lavoro del Ministro Minniti possa portare anche questo  risultato nel nostro territorio”.

 

Roma, 9 gennaio 2018

“Indignazione per quanto accaduto all’Ortica. Impediamo di negare la brutalità usata dal fascismo e che si rivede oggi”

Posted on by

CAMERA DEI DEPUTATI

 

On. Paolo Cova parlamentare del Partito Democratico

 

COMUNICATO STAMPA

 

On. Cova: “Indignazione per quanto accaduto all’Ortica. Impediamo di negare la brutalità usata dal fascismo e che si rivede oggi”

 

Interviene anche l’on. Paolo Cova, parlamentare del Pd, sull’attacco fascista al quartiere museo di Orme – Ortica Memoria, avvenuto la notte scorsa. “Esprimo la mia più viva indignazione per quanto avvenuto sul Cavalcavia Buccari – dichiara Cova –. C’è un continuo tentativo di negare la storia e la tragicità e la brutalità usata dal fascismo, che vediamo riproposte oggi, anche senza la presenza di atti violenti. Ma è solo apparenza, perché sempre di una forma di aggressione si tratta, sia che un gruppo di persone entri in una riunione a leggere proclami assurdi e fuori dal tempo, sia che nottetempo qualcuno cancelli una scritta per sostituirla con il suo contrario”.

 

Il parlamentare del Pd va alla radice del tema che apparentemente ha mosso questi atti inaccettabili: “Il razzismo non può essere sdoganato come una semplice banalizzazione, in quanto va a colpire la persona nella sua integrità. E va combattuto sempre”.

 

Infine, Cova esprime “solidarietà al Museo e alle migliaia di persone del quartiere che lavorano per integrare e creare una comunità nel nome della democrazia e dei suoi valori fondanti”.

 

Roma, 4 dicembre 2017

Category: News, News

On. Cova: “Bene la crescita del Pil che deve servire a redistribuire le ricchezze”

Posted on by

CAMERA DEI DEPUTATI
 
On. Paolo Cova parlamentare del Partito Democratico
 
COMUNICATO STAMPA
 
On. Cova: “Bene la crescita del Pil che deve servire a redistribuire le ricchezze”
 
La crescita del Pil nel terzo trimestre del 2017 accelera rispetto al trimestre precedente, passando da +0,3% a +0,5%. E il dato tendenziale, pari al +1,8%, risulta il più alto dal secondo trimestre del 2011, quindi da oltre sei anni. Un successo che l’on. Paolo Cova, parlamentare del Pd, commenta come “positivo”. E ora “bisogna continuare e ridurre le disuguaglianze”, precisa Cova.
 
Per il parlamentare Pd “un aumento del Pil deve servire a redistribuire le ricchezze e la prossima Legge di stabilità va proprio in quest’ottica”.
 
Roma, 14 novembre 2017

Category: News, News | Tags: ,

Per l’attuazione della ricetta elettronica veterinaria, un contributo ai medici veterinari e un passo in avanti per la sicurezza alimentare

Posted on by 0 comment

On. Cova: “Per l’attuazione della ricetta elettronica veterinaria, un contributo ai medici veterinari e un passo in avanti per la sicurezza alimentare”

Nell’ambito della discussione sulla Legge europea 2017, è stato approvato l’ordine del giorno presentato dall’on. Paolo Cova, parlamentare del Pd, che tratta la ricetta veterinaria elettronica.

“Con questa approvazione il Governo si impegna a valutare l’opportunità di dare un contributo ai veterinari liberi professionisti che ricorreranno alla ricetta elettronica per adeguarsi alla digitalizzazione: per la categoria un vero successo”, esulta Cova dopo il voto, ricordando che “questo contributo una tantum era stato dato anche ai medici del Servizio sanitario nazionale nel momento in cui si è passati alla ricetta elettronica”.

Il parlamentare del Pd tiene a sottolineare l’importanza della novità: “Dietro questa decisione c’è la sicurezza alimentare per i consumatori. Infatti, la tracciabilità del farmaco veterinario è un passo importante per rendere sempre più sicuri i nostri alimenti e per contrastare l’antibiotico resistenza”

E per quanto riguarda le risorse, Cova ricorda che “i dati Inps indicano che solo nei prossimi 2 anni avremo il pensionamento di circa 228 veterinari pubblici dipendenti con un risparmio di circa 22.800.000 euro da parte del Ministero della Salute, mentre nei prossimi 10 anni vi saranno circa 1047 pensionamenti con un risparmio di circa 105 milioni di euro. Ecco perché i fondi per il contributo potranno essere attinti da una parte dei risparmi per il pensionamento dei veterinari pubblici”.

 

Roma, 9 novembre 2017

Massaggiatori e massofisioterapisti: ok al mio odg sul riordino della figura professionale

Posted on by

Nell’ambito dell’esame della ‘Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della Salute’, noto come Ddl Lorenzin, questo pomeriggio la Camera ha approvato un ordine del giorno presentato dall’on. Paolo Cova, parlamentare del Pd, sulla Professione sanitaria ausiliaria di massaggiatore e massofisioterapista.
 
“Si tratta di una figura professionale che ha subito diversi interventi di legge nell’arco degli anni – spiega Cova –. In particolare, un decreto legislativo del 1992 prevedeva che i corsi di studio che non fossero stati riordinati, andassero soppressi entro due anni a decorrere dal 1 gennaio 1994. Ma di fatto non sono ad oggi intervenuti atti di riordinamento della figura del massiofisioterapista che resta nei termini del vecchio ordinamento”.
 
Dopo una serie di ulteriori passaggi che non chiariscono il destino di questi professionisti, nel 2006 “il legislatore stabilisce che la formazione per l’accesso alle professioni sanitarie è esclusivamente di livello universitario, ad eccezione dei profili di operatori di interesse sanitario.  Ma chi sia e cosa possa fare l’operatore di interesse sanitario non è ad oggi regolamentato”.
 
Lo stato di fatto, fa presente il parlamentare Pd, è che “i corsi formativi regionali continuano a diplomare giovani con la figura professionale del massiofisioterapista, del massaggiatore capo-bagnino e del massaggiatore sportivo senza che sia intervenuta una norma legislativa che identifica queste professioni. Situazione che rende assolutamente precarie le aspettative di lavoro di questi professionisti”.
 
Ecco perché l’ordine del giorno di Cova “impegna il Governo a valutare l’opportunità di
abrogare le norme che prevedono i corsi di formazione per il rilascio dei titoli per l’esercizio delle attività di massafiosioterapista, massaggiatore capo-bagnino e a garantire ai titolari dei diplomi di massofiositerapista e massaggiatore capo-bagnino che possano continuare a svolgere l’attività. Ma anche a individuare, secondo le normative europee e la programmazione sanitaria nazionale, in accordo con la Conferenza Stato Regioni, una nuova figura professionale nell’area della riabilitazione”.
 
Roma, 25 ottobre 2017

Category: News, News