Pensieri Democratici

Posted on by

A misura di cittadino

Continuiamo, con questa seconda parte, il viaggio nella nuova legge di Bilancio per il 2021. Vediamo cosa prevede per agevolare, migliorare o sostenere la vita delle famiglie e dei cittadini italiani.

La mia proposta …. è diventata legge

La legge di Bilancio ha riservato una sorpresa anche per me, infatti la mia prima proposta di legge, fatta nella scorsa legislatura, riguardante l’uso dei farmaci umani per gli animali non destinati alla produzione alimentare è diventata legge con un emendamento del PD inserito nella legge di Bilancio.

Sono molto soddisfatto di questa approvazione.

Un fisco meno pesante

Viene istituito un Fondo per interventi di riforma del sistema fiscale, da realizzare con appositi provvedimenti normativi. Una quota del Fondo è destinata, a decorrere dal 2022, all’assegno universale e ai servizi alla famiglia. Per il 2021 è comunque incrementato il Fondo assegno universale e servizi alla famiglia.

Viene stabilizzata a regime, dal 2021, la detrazione spettante ai percettori di reddito da lavoro dipendente e di alcune fattispecie di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, che era previsto per il solo secondo semestre del 2020.

Lo sgravio contributivo triennale attualmente previsto per le assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori fino a 35 anni di età effettuate nel 2020 viene esteso anche a quelle effettuate nel biennio 2021-2022.

È istituito il Fondo per l’esonero dai contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti, destinato a finanziare l’esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali per alcune categorie.

 

Aiutiamo lo sport

Con l’istituzione di un apposito Fondo per il biennio 2021-2022 si riconosce a federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive dilettantistiche, l’esonero, anche parziale, dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico relativamente ai rapporti di lavoro sportivo instaurati con atleti, allenatori, istruttori, direttori tecnici, direttori sportivi, preparatori atletici e direttori di gara.

Grazie a un emendamento del Pd, per le federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato e operano nell’ambito di competizioni in corso di svolgimento ai sensi del Dpcm dello scorso 24 ottobre vengono sospesi tutta una serie di versamenti dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2021.

Viene istituito un Fondo per potenziare l’attività sportiva di base nei territori.

È stata autorizzata una spesa di 45 milioni di euro per il 2021, di 50 milioni per il 2022 e di 50 milioni per il 2023, per le opere legate all’impiantistica sportiva delle Olimpiadi invernali 2026, nelle Regioni Lombardia e Veneto e nelle Province autonome di Trento e di Bolzano.

 

Agricoltura sugli scudi

Con riferimento alle nuove iscrizioni nella previdenza agricola effettuate tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021, per i giovani coltivatori diretti e imprenditori agricoli è previsto, per un periodo massimo di due anni, l’esonero dal versamento del 100 per cento dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti.

Per l’anno d’imposta 2021 si prevede che non concorrano alla formazione della base imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, e delle relative addizionali, i redditi dominicali e agrari relativi a terreni dichiarati dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

Viene prorogata al 2021 la possibilità di innalzare le percentuali di compensazione applicabili agli animali vivi delle specie bovina e suina rispettivamente in misura non superiore al 7,7 e all’8 per cento.

Vengono assoggettate a Iva al 10 per cento le cessioni di piatti pronti e di pasti che siano stati cotti, arrostiti, fritti o altrimenti preparati in vista del loro consumo immediato, della loro consegna a domicilio o dell’asporto.

Per facilitare il processo di ricomposizione fondiaria si prevede che per il 2021 non sia applicata l’imposta di registro nella misura fissa di 200 euro agli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni e relative pertinenze qualificati agricoli di valore economico inferiore o uguale a 5mila euro.

Viene istituito il Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura, con una dotazione di 150 milioni di euro per il 2021.

Per assicurare un adeguato ristoro alle aziende agricole danneggiate dalle avversità atmosferiche e fitosanitarie verificatesi a partire dal 1° gennaio 2019, viene incrementata la dotazione finanziaria del Fondo di solidarietà nazionale-interventi indennizzatori per il 2021.

Il credito d’imposta del 40 per cento in materia di sostegno del Made in Italy viene concesso per i periodi d’imposta dal 2021 al 2023 anche alle reti di imprese agricole e agroalimentari, anche costituite in forma cooperativa o riunite in consorzi, o aderenti ai disciplinari delle “Strade del vino”, per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico.

È istituito, con una dotazione di 10 milioni di euro per il 2021, un Fondo per lo

stoccaggio privato dei vini Doc, Docg e Igt.

Il Fondo nazionale per la suinicoltura viene rifinanziato per il 2021, prevedendo tra le sue finalità la realizzazione di progetti o investimenti.

Si istituisce un Fondo per il rilancio di alcune filiere agricole, in particolare per la tutela e il rilancio delle filiere apistica, brassicola, della canapa e della frutta a guscio.

È previsto, a carico di chiunque detenga a qualsiasi titolo cereali e farine di cereali, l’obbligo di registrare su un apposito registro elettronico, istituito nell’ambito del Sistema informativo agricolo nazionale (Sian), tutte le operazioni di carico e scarico, nel caso in cui la quantità del singolo prodotto superi le 5 tonnellate annue.

Si eleva da 500 a 550 euro il limite per le spese veterinarie sostenute per le quali spetta una detrazione Irpef pari al 19 per cento, limitatamente alla parte che eccede 129,11 euro.

Per il 2021 viene incrementata la dotazione finanziaria dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura.

 

Non di solo pane: la cultura

Vengono destinate risorse per il funzionamento dei musei e dei luoghi della cultura statali, tenuto conto delle mancate entrate da vendita di biglietti di ingresso, conseguenti all’adozione delle misure di contenimento del Covid-19.

Sono destinate risorse per la cosiddetta Card cultura anche ai giovani che compiono 18 anni nel 2021.

Si incrementa il Fondo per il funzionamento dei piccoli musei ai fini della digitalizzazione del patrimonio, della progettazione di podcast e di percorsi espositivi funzionali alla fruizione, della predisposizione di programmi di didattica e-learning.

Vengono esentati dalla prima rata dell’Imu 2021 gli immobili ove si svolgono specifiche attività connesse ai settori del turismo, della ricettività alberghiera e degli spettacoli.

Si istituisce un bonus aggiuntivo, per un importo massimo di 100 euro, rispetto al voucher per l’acquisizione di servizi di connessione ultraveloci, finalizzato all’acquisto di abbonamenti a quotidiani, riviste o periodici, anche in formato digitale a beneficio di nuclei familiari meno abbienti.

Finanziato ulteriormente il contributo per la sostituzione degli apparecchi televisivi, finalizzandolo non solo all’acquisto ma anche allo smaltimento di apparecchiature obsolete.

Al fine di ridurre il divario digitale si prevede la concessione, alle famiglie a basso reddito con almeno un componente iscritto a un ciclo di istruzione scolastica o universitaria, di un dispositivo mobile in comodato gratuito dotato di connettività per un anno o di un bonus di valore equivalente.

 

E per gli studenti…

Sono davvero tanti i provvedimenti contenuti nella legge di Bilancio destinati al funzionamento della scuola, soprattutto in termini di personale a organico. Ma voglio sottolineare almeno un paio di iniziative che riguardano direttamente gli studenti.

A decorrere dal 2021 viene incrementato il Fondo per l’innovazione digitale e la didattica laboratoriale con l’obiettivo di favorire l’innovazione didattica e digitale nelle scuole mediante gli animatori digitali. Viene estesa gli anni scolastici 2021-22 e 2022-23 la possibilità di costituire équipe formative territoriali con venti docenti in comando per il supporto al Piano nazionale per la scuola digitale e con duecento docenti in semi esonero dall’esercizio dell’attività didattica.

Si istituisce un Fondo finalizzato alla corresponsione di contributi per le spese d’affitto degli studenti fuori sede iscritti alle Università statali che abbiano un indicatore Isee non superiore a 20 mila euro, che non usufruiscano di altri contributi pubblici per l’alloggio e che siano residenti in luogo diverso rispetto a quello in cui si trova l’immobile.

E per chi fosse interessato alla materia, è prevista l’istituzione di 6 borse di studio per l’iscrizione a master interdisciplinari di primo o di secondo livello sul tema del contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso, da svolgere in tre Università statali, al nord, centro e sud Italia.

Inoltre, si istituisce un fondo, con una dotazione di 300mila euro per il 2021 per il finanziamento di 100 borse di studio, della durata di 6 mesi, per lo sviluppo di progetti di studio e di ricerca e formazione lavoro nelle aree giuridica, scientifico-tecnologica, economica e statistica, destinate a studenti universitari di età non superiore a 25 anni. I progetti hanno per oggetto temi inerenti all’organizzazione e al funzionamento delle amministrazioni pubbliche.