Per l’attuazione della ricetta elettronica veterinaria, un contributo ai medici veterinari e un passo in avanti per la sicurezza alimentare

Posted on by 0 comment

On. Cova: “Per l’attuazione della ricetta elettronica veterinaria, un contributo ai medici veterinari e un passo in avanti per la sicurezza alimentare”

Nell’ambito della discussione sulla Legge europea 2017, è stato approvato l’ordine del giorno presentato dall’on. Paolo Cova, parlamentare del Pd, che tratta la ricetta veterinaria elettronica.

“Con questa approvazione il Governo si impegna a valutare l’opportunità di dare un contributo ai veterinari liberi professionisti che ricorreranno alla ricetta elettronica per adeguarsi alla digitalizzazione: per la categoria un vero successo”, esulta Cova dopo il voto, ricordando che “questo contributo una tantum era stato dato anche ai medici del Servizio sanitario nazionale nel momento in cui si è passati alla ricetta elettronica”.

Il parlamentare del Pd tiene a sottolineare l’importanza della novità: “Dietro questa decisione c’è la sicurezza alimentare per i consumatori. Infatti, la tracciabilità del farmaco veterinario è un passo importante per rendere sempre più sicuri i nostri alimenti e per contrastare l’antibiotico resistenza”

E per quanto riguarda le risorse, Cova ricorda che “i dati Inps indicano che solo nei prossimi 2 anni avremo il pensionamento di circa 228 veterinari pubblici dipendenti con un risparmio di circa 22.800.000 euro da parte del Ministero della Salute, mentre nei prossimi 10 anni vi saranno circa 1047 pensionamenti con un risparmio di circa 105 milioni di euro. Ecco perché i fondi per il contributo potranno essere attinti da una parte dei risparmi per il pensionamento dei veterinari pubblici”.

 

Roma, 9 novembre 2017